Museo Farmacia Toschi - "Canone inverso"

Pubblicato il 12/02/2019

Museo Farmacia Toschi -

Siamo giunti al quinto appuntamento nel viaggio di quest'anno attraverso le "Arti per via" e l'arte del Seicento.

Anche per l'architettura barocca è ancora d'obbligo parlare di bottega. Già, perché alcuni degli artefici più illuminati, alcune delle menti che hanno concepito e poi messo in opera le soluzioni innovative, controverse, talvolta geniali con le quali sono state sradicate le certezze dell'architettura classica provenivano dalle fucine dei magistri comacini, dal bacino che ha creato per secoli maestri di cantiere, artigiani dell'architettura, consapevoli della materia prima ancora che del disegno.

Ed è partendo dalla materia che hanno capito che, finché regge, l'architettura si può reinventare. Così nella grande Roma barocca, e poi a Torino, a Caserta, e via via in varie città italiane troviamo muri che si muovono, scalinate più importanti dei saloni a cui conducono, cupole che perdono il loro centro. Un azzardo che, in parte, ha ridisegnato il nostro paesaggio urbano.


Terzo appuntamento: 14 Febbraio 2019- ore 20.45

A cura di Chiara Albonico - Prospectiva scarl

La Conferenza è gratuita e si terra presso il Museo Farmacia Toschi, via San Felice 89, Bologna.

La prenotazione è obbligatoria (fino ad esaurimento posti)Si può fare in Farmacia o telefonicamente allo (051-555062) oppure scrivere a info@prospectiva.bo.it , o telefonare a 3200212363



Pubblicato in: Iniziative